Now Reading
Alexander McQueen AI ’21/22: il potere rigenerativo della natura

Alexander McQueen AI ’21/22: il potere rigenerativo della natura

La collezione autunno/inverno 2021 concepita da Sarah Burton per Alexander McQueen è frutto di diverse considerazioni e sentimenti post pandemia. Al centro di questi c’è la potenza salvifica della natura, la sua capacità di adattamento.

Per esprimere materialmente questa riflessione, la designer ha scelto l’anemone e l’acqua come fonti d’ispirazione primarie per la collezione. Il risultato è una combinazione di abiti dalla bellezza ruvida, resa tale dal colore vibrante degli anemoni, e fluida nelle forme.

“Adesso è tempo di guarire, di iniziare una nuova vita, è tempo di esplorare il passato per arricchire il futuro”, ha commentato Burton in merito. Dunque è chiaro l’appello della designer a creare in modo più consapevole, prendendo esempio dal passato per scrivere un futuro diverso, più vicino alla natura.

Non a caso, il tessuto privilegiato è il polyfaille riciclato, 100% sostenibile e modellabile, al quale si aggiungono stampe floreali e pelle, decorata da cerniere che ricordano la forma di un fiore.

“Più che mai, un senso di umanità, di un team che lavora insieme con un unico obiettivo – fare qualcosa di bello, qualcosa di significativo – appare prezioso e importante”, ha poi spiegato. “Abbiamo guardato all’acqua, per le sue proprietà curative, e agli anemoni. Gli anemoni sono i fiori più effimeri, qui resi permanenti sui tessuti”.

Come è ormai noto, il tema della bellezza, della vita, in Alexander McQueen è strettamente connesso alla morte, alla decomposizione, e questa collezione celebra ugualmente questo contrasto, grazie alle fotografie di Paolo Roversi; gli scatti racchiudono l’essenza vittoriana del marchio, le atmosfere cupe e romantiche di un film burtoniano.

A silhouette più strutturate, si aggiungono quelle più morbide e ampie, dai precisi tratti sartoriali; sono molto interessanti anche le combinazioni in denim e t-shirt, outfit ai quali siamo ormai più che abituati, visto che la moda di oggi è fortemente ancorata alla realtà, quanto sia funzionale.

Tuttavia, la dimensione onirica è ancora lì, a rammentarci che la moda può anche significare evasione di tanto in tanto. Ecco che quindi gli abiti di Sarah Burton offrono entrambe le prospettive, dimostrando quanto l’abito, come la natura, riesca ad adattarsi al cambiamento e perdurare.

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Raimondo Scintu 78 street, 00173 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top