Now Reading
Alexander McQueen pre-fall 2021: l’equilibrio nei contrasti

Alexander McQueen pre-fall 2021: l’equilibrio nei contrasti

Una creazione Alexander McQueen secondo Sarah Burton è il risultato di un gioco di contrasti, una ricerca di equilibrio nel caos, una convivenza di fragilità e punti di forza che coesistono nelle trame di un tessuto.

La sinfonia per questa pre-fall collection non cambia. Le dicotomie incarnate negli abiti riflettono questa volta la coesistenza di due diverse appartenenze, quella inglese e quella scozzese. Proprio la giustapposizione di queste due radici potrebbe avere un significato politico più esteso, se si considera la situazione incerta nell’Inghilterra post-Brexit.

La proposta per il womenswear comprende le classiche silhouette attillate in vita che scendono ampie lungo il corpo, rievocanti lo stile vittoriano. Su queste si stagliano una moltitudine di elementi contrastanti: tagli formali, informali e tessuti delicati (seta, cotone, lana) abbinati a dettagli più aggressivi in pelle.

Molto interessanti le giacche bomber interrotte da pezzi sartoriali in denim, i cappotti in cammello con maniche di giacche bomber militari. Gli abiti meritano una considerazione a parte, lo stile vittoriano si arricchisce di tratti contemporanei grazie ai cinturoni di pelle stretti in vita, le ampie maniche a palloncino sui corsetti e le balze leggere stemperano lo stile urbano con inflessioni dall’anima cottage core.

Immancabili i combat boots abbinati ad accessori dall’anima più delicata: il perfetto connubio per le sfide del mondo moderno. Meraviglioso l’abito blu marino con ricami di cristalli.

La collezione menswear riprende alcuni elementi dalle creazioni femminili, specialmente ciò che riguarda i contrasti di tessuti e materiali sui cappotti, nelle silhouette attillate – qui declinate in tratti più severi e poveri di dettagli – nelle camicie popeline e nei combat boots.

Un particolare da non sottovalutare che riguarda entrambe le collezioni, è l’impronta sostenibile che le contraddistingue. “Sia per le collezioni maschili che per quelle femminili, all’inizio avevo deciso di usare i tessuti che avevamo già; stamparli, reinventarli e farli come nuovi”, ha affermato Burton.

“Credo che sia una nostra responsabilità proteggere le cose del passato che amiamo, preservare i nostri valori, la storia, ma è anche nostro compito innovare” ha poi osservato. “C’è comfort in ciò che è familiare ed eccitazione nella sperimentazione. Le due cose possono coesistere”.

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Raimondo Scintu 78 street, 00173 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top