Now Reading
Balenciaga FW 2021/22: il debutto Couture

Balenciaga FW 2021/22: il debutto Couture

Dalle origini punk di Vetements Demna Gvasalia ha fatto passi da gigante, arrivando addirittura a concepire una collezione Haute Couture, che con il punk sembrerebbe non avere molto in comune.

Eppure, l’attitude ribelle del designer scalpita in ogni collezione si intravede nei modi in cui oltrepassa i limiti del conosciuto, spingendosi sempre più in là e spolverando vecchi preconcetti.

È esattamente quello che ha fatto nel debutto nell’Haute Couture di Balenciaga. Dopo 53 anni di assenza dal calendario d’Alta Moda, il marchio francese è tornato a sconvolgere l’atmosfera austera del mondo couture.

Con questa collezione, Gvasalia aveva intenzione di instaurare un dialogo con diverse generazioni, aprendo il mondo dell’alta moda ai più giovani. Ciò acquista ancora più significato, se si considera che molte maison oggi si siano ridimensionate con offerte sempre più radicate nello streetwear.

I confini troppo definiti e apparentemente impossibili da superare sono ormai cancellati. Il designer a capo di Balenciaga lo ha capito già da un po’, basti pensare all’ultima collaborazione con Gucci di Alessandro Michele.

Modernità, comfort, e silhouette del tutto nuove calcano la passerella, concepita come nelle più tradizionali sfilate d’alta moda anni ’50. Gvasalia prende alla lettera il significato di Alta Moda, ma allo stesso tempo lo connota di un significato più profondo: la libertà di esprimere tutta la sua creatività senza costrizioni, di stile e di genere.

“Sto sperimentando istintivamente, senza intellettualizzare troppo – anche se di solito tendo a farlo. L’industria della moda soffre da un po’ di tempo di mancanza di libertà creativa, tutto è basato sull’aumento delle vendite; con l’alta moda, non ci si deve preoccupare di questo: è veramente celebrazione dell’artigianato e libertà nel creare”, spiega il designer.

Il risultato di questo esercizio creativo è un connubio di abiti mix & match, jeans d’alta moda abbinati a maglioni oversize o a giacche doppio petto e felpe. Immancabili gli abiti da sera stretti in vita nel pieno rispetto dello stile di Cristobal Balenciaga.

A seguire eleganti tuxedo neri, maxi cappelli a cupola ideati da Philip Treacy abbinati ad abiti da sera o a completi spezzati con gonne nere in finta pelle di coccodrillo. Tessuti a pois, in plaid ed écru dominano la collezione, insieme agli abiti ispirati dagli archivi di Cristobal Balenciaga in tessuto shantung nero.

Sempre dagli archivi, una rivisitazione dell’abito in trompe d’oeil con fiori ricamati su tessuto jacquard dalla maison Jean-Pierre Oillier. Gvasalia ha saputo coniugare perfettamente i tratti più storici e iconici della Maison, assieme ad elementi dalla forte spinta moderna, all’insegna di una nuova e ribelle Haute Couture.

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Raimondo Scintu 78 street, 00173 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top