Now Reading
COVID-19: Esprit si prepara alla chiusura dei suoi negozi in Asia

COVID-19: Esprit si prepara alla chiusura dei suoi negozi in Asia

Sulla scia di molti brand del settore fashion, anche Esprit è costretto a chiudere alcuni dei suoi negozi e attività in Asia, salvo per la joint-venture con Mulsanne Group in Cina. 

Entro la fine di luglio 2020, la catena di moda chiuderà definitivamente 56 unità divise tra Singapore, Malesia, Taiwan, Hong Kong e Macao.

Tale brusca strategia ha come obiettivo la concentrazione da parte del brand sul mercato europeo e la riduzione di spese significative che potrebbero ulteriormente indebolirlo. Intanto, i vertici di Esprit hanno messo le attività tedesche in procedura di salvaguardia in vista di un piano di ristrutturazione che dovrà essere presentato entro la fine di giugno 2020.

La scelta di chiudere la maggior parte delle unità in Asia è stata dettata soprattutto dal bilancio del terzo trimestre, che ha visto esito negativo nella zona Asia – Pacifico con una perdita del 52,2% da gennaio a marzo 2020.

Resta da vedere quale sarà l’esito del quarto trimestre in una situazione che rimane delicata, per Esprit e per molti altri brand, specialmente in Europa.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Emilio Praga 35 street, 00137 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top