Now Reading
David Hernandez: intervista con una voce indimenticabile

David Hernandez: intervista con una voce indimenticabile

Questo artista di talento vi rapirà il cuore con la sua voce, letteralmente. David Hernandez ha iniziato giovanissimo, ed è stato nella Top 12 di American Idol nella settima stagione della serie FOX nel 2008. Da allora, con il suo singolo “Beautiful”, non ha fatto che crescere sia a livello musicale che nelle sue apparizioni e collaborazioni. Certi di vederlo sempre più in alto nelle classifiche, vediamo com’è andata la nostra chiacchierata con lui, parlando di ricordi, i suoi hobbies e i suoi sogni per il futuro.

Photos by Bobby Quillard

La tua passione per la musica nasce in tenera età, ce ne vuoi parlare? Come hai iniziato poi?

Ho iniziato a cantare quando avevo circa sei anni, correndo per casa ascoltando i dischi in vinile di mia madre e cercando di imitare i cantanti. Sono cresciuto con cantanti come Aretha Franklin, Stevie Wonder, Journey e Whitney Houston, solo per citarne alcuni. Sapevo che volevo essere un cantante fin da quando posso ricordare. Un giorno mio nonno mi portò a un’audizione per un musical chiamato Canterville Ghost. Ho cantato “I Have Nothing” e ho ottenuto la parte. Penso di aver capito da quel momento che il palco era il luogo dove avrei sempre voluto essere.

Sei stato uno dei primi 12 finalisti della settima stagione di American Idol della FOX nel 2008. Che ricordo hai di quell’esperienza?

Ho tanti ricordi di quell’esperienza. Mi stava cambiando la vita. Era sicuramente un campo di addestramento per cantanti, ma non lo scambierei per nulla al mondo. Mi ha insegnato tanto sull’essere un professionista, avere una forte presenza scenica e essere in grado di funzionare con carichi di lavoro pesanti e poco sonno.

Photos by Bobby Quillard

La tua canzone più popolare “Beautiful” ha raggiunto la Top 100 delle classifiche dance di Billboard. Impressionante! Com’è nata l’idea di questa canzone?

E’ il mio agente in realtà che ha suonato questa canzone per me, e mi ha detto che pensava che la mia voce sarebbe suonata meravigliosamente su di essa. Ho avuto difficoltà perché non era qualcosa che avevo scritto io. Ma, alla fine, mi ci sono connesso. Non avevo ancora idea che sarebbe stata la mia canzone più grande. L’ironia è che quando sono entrato in studio mi sono sentito un po’ depresso. Ma dopo averla registrata sono uscito dallo studio sentendomi ottimista e pronto alla conquista.

Hai degli artisti in particolare che ispirano le tue produzioni?

Allora, sono cresciuto con la musica R&B degli anni ’90. Quindi, naturalmente, il mio stile di scrittura si rifà a questo, ma il mio stile di canto si presta anche all’anima. Sento che quel sound sta davvero tornando. Sono ispirato da così tante cose, ma i cantanti straordinari sono in cima a quella lista.

Hai cantato in popolari talk show come The Ellen Show, The Today Show, TRL di MTV, EXTRA, Access Hollywood, Entertainment Tonight e molti altri. Hai anche cantato al Ballo inaugurale Declare Yourself per Barack Obama nel 2009. Qualche ricordo divertente?

Mi sento come se i primi spettacoli in cui sono apparso fossero tutti molto confusi, perché dopo essere uscito da Idol ero in un enorme tour stampa. Ma lo spettacolo di Ellen è stato fantastico. Era così divertente e ha affrontato l’argomento del mio scandalo in un modo così rispettabile e professionale. Non dimenticherò mai la sua gentilezza ed empatia. Ricordo anche di aver cantato al ballo inaugurale di Barack Obama e di quanto sia stato importante. È bello essere inseriti in una parte di quella storia.

Qual’è il tuo rapporto con i social media, soprattutto a livello di carriera? E quali sono i cambiamenti che ha portato secondo te ai musicisti?

Ho un vero amore-odio con i social media. Ci sono alcuni giorni in cui ne sto fuori del tutto. Mi rendo conto che fa parte del mio lavoro, ma penso che la mia salute mentale sia molto più importante di così. Quello che vedi non è sempre quello che ottieni sui social media e tutti fanno sempre del loro meglio. Quindi cerco di non confrontarmi. Ma può essere un pendio scivoloso. Quando sono stato per la prima volta su American Idol, i social media non erano davvero una gran cosa ancora. Non ci è stato permesso di utilizzare ciò che era disponibile in quel momento. Penso che al giorno d’oggi aiuti davvero artisti e musicisti indipendenti a promuovere la propria musica, le proprie apparizioni, ecc… Quindi penso sia uno strumento davvero utile.

Abbiamo visto che sei appassionato di sport e palestra. Hai una routine quotidiana per mantenerti in forma? Anche riguardo l’alimentazione?

Ho un personal trainer e un nutrizionista. Ho iniziato a imparare a cucinare circa un anno fa e ha davvero trasformato le mie abitudini alimentari e la mia dieta. Mi alleno con il mio personal trainer 2 o 3 volte a settimana e poi gli altri giorni vado in palestra da solo.

Photos by Bobby Quillard

C’è qualche consiglio che daresti ai giovani cantanti?

Credi in te stesso prima di tutto e non fermarti mai. Cerca di rimanere saldamente radicato in chi sei come persona e come artista perché le persone cercano sempre di cambiarti. Non accettare un no come risposta.

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Raimondo Scintu 78 street, 00173 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top