Now Reading
E che ne sarà dei giovani marchi?

E che ne sarà dei giovani marchi?

Il sistema moda è uno dei capisaldi dell’economia Italiana e mondiale. L’emergenza sanitaria ha forzato tutti quanti i suoi protagonisti a fermarsi: fine della produzione, fine della creazione, ordini cancellati. Negozi, ateliers e quant’altro chiusi. 

I giganti della moda si stanno impegnando attivamente per aiutare lo stato e le istituzione a sopravvivere. Abbiamo già parlato di donazioni e produzione d’emergenza. Sicuramente la crisi si abbatterà anche su di loro, ma il loro capitale gli permetterà di sopravvivere a danni limitati. Per Giancarlo Presutto, direttore di Unimpresa Moda, saranno sopratutto i piccoli brand e i designers emergenti a risentire di ciò che sta accadendo. “Sono tanti in Italia i giovani fashion designer e nuovi brand che da pochi mesi hanno investito fino al loro ultimo euro per produrre e lanciare collezioni, che hanno speso per partecipare alla fashion week senza alcun vantaggio”

Ciò che è veramente preoccupante è che queste realtà rappresentano il futuro della moda, Italiana e non. Se, ironicamente, il covid 19 sta distruggendo il passato con tutti i suoi rappresentanti, sono le future generazioni che dovranno fare i conti con il disastro economico. 

Presutto fa luce sul problema e sulla sua gravità, e chiede al governo di “varare immediatamente alcune misure economiche fondamentali”. Tra queste l’accesso al credito bancario con garanzia statale, il sostegno monetario ai giovani creativi, i contributi per il pagamento dei canoni d’affitto, il blocco delle bollette e così via. 

Non sarà facile, questo è certo. Ma in un momento buio come quello che stiamo attraversando l’unica cosa che ci può salvare – economicamente, ma anche a livello morale – è pensare al futuro. 

Words by Giulia Greco

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Emilio Praga 35 street, 00137 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top