Haute Couture SS2021: Armani Privè

https://www.instagram.com/p/CKmQ7z-M6so/

La Couture primaverile 2021 di Armani Privè è stata filmata e scattata a Palazzo Orsini, in via Borgonuovo. E’ un palazzo barocco dalle ampie stanze e dalle incredibili decorazioni, di una bellezza opulenta che in un certo senso contrasta con l’estetica agile e realista legata al nome di Armani, ma che in realtà ne simboleggia la controparte perfetta. Nonostante il pragmatismo di fondo, Armani ha sempre dimostrato nel suo lavoro una sensibilità tutta sua per il bello, per l’elegante in particolar modo. Lo sfarzo non è mai gridato, ma la Haute Couture è sicuramente un’occasione per farlo emergere indisturbatamente. 

Così, la prima metà della collezione è fatta di tailleur assolutamente impeccabili (e anche molto pratici, perchè no), arricchiti da perline e paillette, velluti e anche piume. I tessuti laminati sono ricorrenti nelle collezioni della Maison, e rendono speciali anche i semplici pantaloni dal taglio maschile. I blazer sono avvitati in vita, iper femminili, e alcuni si allungano nelle spalline appuntite. La seconda parte della collezione è invece sognante. Gli abiti sono stratificati, intarsiati di bellissime lavorazioni di perline e arricchiti da strati di tulle. La trasparenza è infatti al centro dell’intera collezione, e può simboleggiare due aspetti diversi in questa Couture – oltre ad essere di gran moda in questo periodo. 

Da un lato, come Armani stessi ha spiegato, le trasparenze del tulle, traslucide e sognanti sono la traslitterazione in linguaggio visivo delle emozioni che si provano a girare per una città vuota, incredibilmente colpita dal virus e quindi debilitata nella sua vita sociale. A molti questo ultimo anno è parso un sogno. Non è una visione pessimista, tutt’altro (Armani ha dichiarato di essere molto positivo per il futuro, anche grazie al vaccino, che lui per primo sta aspettando di ricevere). E’ però una lettura estremamente intima: la pandemia ci ha permesso di vedere “attraverso” le cose, di sentirci tutti un po’ più vulnerabili, di poter spiare dentro di noi e dentro gli altri come mai abbiamo fatto prima. Armani parla di “strade nude”, ma lo stesso si può dire delle nostre anime. 

Le trasparenze però possono anche essere un modo per (ri)scoprire l’incredibile romanticismo presente in ogni collezione di Armani, di vederlo chiaramente sotto tanta lucidità di pensiero. Il grande signore della moda italiana cede al fascino e alla morbidezza di materiali così leggeri che sembrano fatti di sogno, e poi fa sognare anche noi: è un classico ma ogni volta ci stupisce. E’ un sentiero tortuoso, quello che porta alla conoscenza intima del sè. Ma l’intimità è importante per un artista – specialmente poi se si occupa di abiti. Ecco, in una parola, per noi questa collezione è decisamente personale. 

Cover image courtesy: Armani Privè

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Emilio Praga 35 street, 00137 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top