Now Reading
In conversazione con Sofia Wylie: webcover del mese

In conversazione con Sofia Wylie: webcover del mese

Per questa intervista esclusiva, LATEST ha avuto il piacere di parlare con l’attrice e ballerina Sofia Wylie. L’attrice diciassettenne ha iniziato la sua promettente carriera nel 2016, con Buffy Driscoll in Andi Mack su Disney Chanel e in seguito ha fatto il suo debutto cinematografico nel film australiano Back of the Net. Nel 2019 è stata scelta per interpretare Gina Porter nell’acclamata serie televisiva Disney High School Musical The Musical The Series, che è stata rinnovata per una seconda stagione. Coinvolta in questioni relative all’empowerment femminile e alla diversità nelle arti, ha fondato insieme a suo padre la società di produzione chiamata AIFOS, che promuove opere letterarie e creative nuove e stimolanti che sostengono questioni cruciali legate alla diversità e all’inclusione. L’azienda è destinata ad adattare il romanzo di Jenny Torres Sanchez The Fall of Innocence. Wylie è anche una ballerina straordinaria, avendo fatto un’apparizione nel 2011 in So You Think You Can Dance e in America’s Got Talent nel 2015. Ha ballato nel Purpose World Tour di Justin Bieber e nel 2019 ha iniziato la sua serie di danza IGTV Dancing with Sofia Wylie. Abbiamo parlato di questo e di molto altro con Sofia, dando una sbirciatina anche il suo ultimo progetto in divenire annunciato nel dicembre 2020. 

Photography Easton Schirra c/o The Only Agency
Style Wilford Lenov
Talent Sofia Wylie c/o IMG Worldwide
Makeup Robert Bryan c/o Exclusive Artist Management using Chanel Beauty
Hair Style Carolina Yasukawa c/o Exclusive Artist Management using Oribe
Style Assistance Kyle Hayes

Come ti sei avvicinata alla danza? Hai qualche ricordo speciale da condividere con noi? 

La danza mi ha insegnato a gestire quasi ogni situazione. Ballare richiede molta dedizione, sacrificio e duro lavoro e ora che passo la maggior parte del tempo sul set per prodotti TV e cinematografici, metto in pratica quelle lezioni ogni giorno.

Come riesci a superare le difficoltà di questo periodo difficile a cui tutti stiamo assistendo?

Penso che l’attuale clima politico abbia insegnato a tutti noi come essere più compassionevoli e amorevoli verso tutti coloro con cui entriamo in contatto. Spero di continuare a fare di più e usare il mio spazio per sollecitare più consapevolezza sul tema delle disuguaglianze sociali.

Recentemente hai firmato un contratto con la IMG models, congratulazioni! A proposito di modeling, hai fatto un servizio sulla neve di recente, insieme al tuo team, hai mai considerato il mondo della moda come parte del tuo futuro? Com’è stato lavorare con il team per il servizio fotografico? 

Sono stata davvero fortunata ad avere intorno a me un team così fantastico, ho molti piani per il futuro per una crescita anche nel settore della moda.

Ci sono dei brand di moda a cui sei particolarmente legata?

Non ho un marchio che amo più degli altri, ma mi piace lavorare con brand che sono collaborativi e aperti verso una maggiore diversità nel mondo della moda.

Hai collaborato con Google in onore del Native American Heritage Month per celebrare la diversità nelle arti. Puoi dirci come è stata la tua esperienza in questo progetto? Il messaggio è molto potente ed estremamente rilevante.

Come ho detto non vedo l’ora di lavorare con i brand che diffondono maggiormente questo messaggio. Penso che le bambine di tutto il mondo abbiano bisogno di vedersi rappresentate su riviste o nei film, è la dimostrazione che possono fare qualsiasi cosa, che possono essere qualsiasi decidano di essere!

Hai lanciato la AIFOS Company nel 2019 con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza sulla presenza di storie femminili potenti, che celebrano background e narrazioni culturalmente unici. Qual è stata l’idea alla base del progetto? Sei stato ispirata da qualcosa che hai letto o da qualcuno che ammiri? Hai qualche progetto in cantiere?

La mia società di produzione è stata fondata diversi anni fa da me e mio padre. L’obiettivo principale era quello di trovare sceneggiature e romanzi che si allineavano con la mia convinzione che la diversità è qualcosa che deve essere visto sul grande schermo! Ho diverse sceneggiature che ho acquistato e che non vedo l’ora di condividere con il mondo.

Guiderai il cast nel prossimo Netflix Feature “The School For Good and Evil” diretto da Paul Feig. Puoi anticipare un po’ la trama? Come è stata la tua esperienza con il ruolo di personaggi così famosi ispirati dal romanzo di Soman Chainani?

Il mio agente Brian ed io stavamo cercando un lungometraggio che mi avrebbe dato l’opportunità di debuttare come attrice e di divertirmi ad esplorare tutti le sfaccettature delle mie capacità recitative. Quando la pandemia ha colpito lo scorso marzo, ho usato quel tempo per iniziare a considerare diversi progetti imminenti e ho incontrato il team di “The School for Good and Evil”. Nel momento in cui ho parlato con i produttori e con lo straordinario regista Paul Feig, sapevo che questo film sarebbe stato speciale. Ho sempre amato i film fantasy, come la serie di Harry Potter, e di avere la possibilità di lavorare su un film con quelle stesse vibrazioni. Il fatto che sia basato sul best seller di Soman Chianani è un sogno che si avvera. Netflix è un’ottima piattaforma con cui collaborare perché ci dà l’opportunità di mostrare l’enormità di questo film! Non vedo l’ora!

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Raimondo Scintu 78 street, 00173 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top