Now Reading
“La cura dello shopping online”

“La cura dello shopping online”

Il minimo comune denominatore dei mercati mondiali oggi è l’incertezza. Chi si occupa di previsione poi, non è di grande aiuto. Le opinioni sono contrastanti. Molti credono che la ripresa sarà lenta, stentata e all’insegna della crisi; altri, invece, puntano tutto sul revenge shopping, cioè sugli acquisti matti e disperati come metodo di guarigione veloce dopo un periodo di reclusione forzata. 

Gli interrogativi si allargano a tutto il resto. Post Covid-19 la nostra vita sarà più online che mai, ma sono in tanti a voler tornare a comprare nei negozi piccoli e locali, dall’abbigliamento agli alimentari fino ai libri. Vogliamo tornare ad abbracciarci presto, ma la verità è che ora stiamo così bene a casa nostra che non vediamo il motivo di dover tornare a mischiarci. Non proprio ora che abbiamo iniziato a sentirci comodi.

Se è vero che navighiamo tutti in un oceano di incertezza, è anche vero che a Maggio inoltrato è ormai tempo di cominciare a fare i conti. E’ il caso di Zalando, che dopo un periodo di crisi lo scorso Marzo, ha dichiarato pochi giorni fa un aumento di oltre il 10% del fatturato solo nel primo trimestre. L’e-tailer tedesco si è dichiarato oltremodo positivo, prevedendo una crescita maggiore per il resto del 2020. I dati sono incontestabili e non sorprendono più di tanto.

L’incremento delle vendite degli e-commerce in questo ultimo periodo è dovuto, più che altro, all’impossibilità di fare altrimenti. Le vendite online erano già forti prima di Gennaio 2020 e, con la situazione attuale, oltre che forti sono anche l’unica alternativa possibile. Questo sicuramente spiega il +39% dei clienti che Zalando ha raggiunto nel solo mese di Aprile. Come a dire che chi ancora era riluttante a fare acquisti online, per le ragioni più disparate, si è dovuto adattare. 

Insieme a ragioni personali, come noia, tristezza e spesso solitudine – ma anche al bisogno tutto umano di prepararsi per un futuro migliore che ci attende – i siti di vendita online si sono adoperati per spingere le vendite tramite saldi, promozioni e via dicendo. Ora non resta che aspettare di vedere il dopo. E se ancora speriamo di ritrovarci domani come consumatori migliori, trasformati da questa esperienza, ora inizia a sorgere lo spettro di una reazione totalmente contraria. Forse non solo non cambierà nulla rispetto a prima, ma gli acquisti saranno ancora più fagocitati, nel tentativo di curare delle ferite che richiedono ben altro. 

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Emilio Praga 35 street, 00137 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top