Paris Fashion Week: Acne Studios SS21

Ormai agli sgoccioli di un mese intenso che per la moda ha significato tanto, è quasi ora di tirare le fila. Appare chiaro, fin da un’analisi superficiale, che per molti designers il periodo del lockdown è stato positivo o, quanto meno, educativo, al di là della paura e dell’incertezza che portato inevitabilmente con sè. Forse questa verrà ricordata coma un’esperienza catartica, in cui l’umanità tutta è entrata in crisi, ha dovuto affrontare le sue paure più grandi, è stata costretta a rivalutare le sue priorità e ciò che dà un po’ per scontato, e ne è uscita più forte di prima. Questo è più o meno ciò che auspica Jonny Johansson, direttore creativo di Acne Studios, che ha pensato alla Spring 2021 del marchio svedese come al guardaroba “post-apocalittico”. 

I look sono rilassati e scivolati, ultra moderni e di tendenza. I pezzi chiave sono i maxi maglioni e i blazer over, destrutturati e con maniche lunghissime; i pantaloni, le gonne midi e i top aderenti, svasati agli orli; abiti lunghi larghi, che sfiorano appena il corpo e sembrano fluttuare. Grande attenzione è posta nei tessuti e nei materiali utilizzati. C’è della pelle, dell’organza sottilissima, del tessuto retato, e un paio di pezzi sembrano ottenuti con carta crespa stropicciata. 

E’ però il tessuto iridescente, sui toni dell’argento, ma anche del nero e del rosa, che possiede qualcosa di ultraterreno. Johansson si è sicuramente ispirato a qualche corrente religiosa new age, che forse è semplicemente un nuovo positivismo nato dalle macerie, che sarà in grado di aiutarci nella ripartenza. 

Cover image courtesy: Acne Studios

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Raimondo Scintu 78 street, 00173 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top