Now Reading
Superdry resiste ai tempi duri

Superdry resiste ai tempi duri

Il brand britannico è stato colpito come tanti altri dagli effetti della pandemia, ma i primi numeri del commercio online suggeriscono una lenta ripresa e una resistenza alla crisi che sta colpendo tutto il fashion system.

Con tutti i negozi chiusi sul territorio europeo e americano, il brand si sforza di mantenere un livello di liquidità accettabile, sostenuto principalmente dalle vendite online, che hanno registrato un incremento significativo grazie ai prodotti donna. 

Visualizza questo post su Instagram

We’ve set up our Creative Team fundraiser to support NHS Heroes, based in your local hospitals (nationwide), who would love some fresh clothes to wear after tiring shifts. All cash donations will be tripled with product donations. This grass roots mission was launched by Morgan, Lottie and Karen, a group of designers in the Superdry Creative team, who heard from NHS friends that they would love comfortable clothes to wear after their frontline shifts. Kick-started with kind contributions from Superdry staff, family and friends, our scheme is now nationwide. The first parcels of luxuriously comfortable organic cotton clothes are due to go out next week. Donate now via link in bio

Un post condiviso da Superdry (@superdry) in data:

Il Financial Year, chiusosi ad aprile, ha registrato un radicale abbassamento dei revenue del 19%, portando il gruppo a 705.5 milioni di dollari. Tale risultato è stato dovuto non solo all’incombere dell’emergenza Covid-19 ma anche alla strategia di optare per il trade a prezzo pieno, precedentemente attuata dal brand. 

L’e-commerce aveva registrato qualche cambiamento positivo già prima dello scoppio della pandemia, a seguito della quale, dopo un momentaneo blocco dovuto all’entrata del paese in lockdown, ha di nuovo fatto un balzo in avanti, arrivando a guadagnare circa 3.7 milioni di dollari a settimana, coprendo almeno un terzo delle perdite dovute alla chiusura degli store. Tuttavia, la crisi da Covid-19 continua a minare la liquidità, tanto che circa l’88% dei dipendenti è stato congedato senza stipendio e il board esecutivo ha diminuito del 25% il suo salario per un minimo di tre mesi.

Visualizza questo post su Instagram

We are right here with you.

Un post condiviso da Superdry (@superdry) in data:

Una serie di pro e di contro dunque, che per ora sembrano riuscire a bilanciare l’andamento complessivo del brand e farlo desistere dal prendere misure ancora più drastiche.

Il CEO di Superdry Julian Dunkerton ha appunto dichiarato: […] “Stiamo adottando tutte le misure pratiche necessarie a preservare la liquidità, esaminando attentamente tutte le aree aziendali e lavorando per garantire ulteriore flessibilità finanziaria”.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Emilio Praga 35 street, 00137 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top