Now Reading
Puma ridefinisce i suoi obiettivi per la sostenibilità

Puma ridefinisce i suoi obiettivi per la sostenibilità

Il voto alla sostenibilità sta pian piano contagiando moltissimi brand, tutti concentrati negli ultimi tempi a ridefinire i loro obiettivi di business. Un altro esempio di questa corrente è Puma.

Il gigante tedesco dello sport cercherà di utilizzare il 90% di materiali sostenibili entro il 2025 e l’85% di poliestere riciclato. Nel 2020, il marchio è riuscito a trovare fornitori per i tessuti in viscosa e cotone e intende continuare su questa strada per arrivare a queste importanti percentuali.

“Nella nostra strategia di sviluppo sostenibile, ci sforziamo di avere il massimo impatto positivo possibile in modo che i nostri clienti sappiano che, acquistando un prodotto Puma, stanno acquistando un prodotto da una fonte sostenibile”, dichiara il brand in uno statement.

I nuovi obiettivi coincidono con la produzione di nuove collezioni sostenibili; la prima di queste è Exhale, la collezione yoga realizzata insieme a Cara Delevingne. Insieme a Exhale c’è anche Re.Gen, fatta interamente di pelle e altri materiali riciclati dalla plastica. Infine, la First Mile Collection, sempre realizzata da plastica riciclata in aziende controllate a Taiwan, Haiti, e nelle Honduras.

Entro la fine del 2021 il brand spera di aumentare i profitti del 15% rispetto al 2020, proprio incentivati dal lancio delle linee sostenibili.

Cover courtesy of Puma

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Raimondo Scintu 78 street, 00173 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top