Now Reading
LFW: annunciato il calendario provvisorio

LFW: annunciato il calendario provvisorio

LFW copertina 1

La London Fashion Week ha annunciato il calendario provvisorio della prima sfilata digitale. Il programma, che andrà avanti per tutto il weekend dal 12 al 14 giugno, è scaricabile dal sito ufficiale.

La scelta della sfilata digitale è condivisa anche dagli altri enti delle Settimana della Moda, tra cui quella parigina e quella di Milano. Nessuna delle sfilate in programma quindi si svolgerà con un pubblico e dal vivo; al contrario, i designer partecipanti sfileranno attraverso un video registrato condiviso sulle piattaforme ufficiali dell’evento.

Tuttavia ci sono degli assenti. Il colosso britannico Burberry ha optato per una sfilata mista a settembre a metà tra il formato digitale e quello dal vivo. Come Burberry anche Jonathan Anderson, che presentava i capi a Parigi già da qualche sfilata fa.

In totale, la Settimana della Moda londinese vanterà ben 51 eventi digitali, che includono non solo le presentazioni delle collezioni, ma anche panel, interviste, film e podcast. Per divulgare al meglio tutti questi contenuti innovativi, l’organizzazione ha diviso in tre parti i momenti salienti del weekend. A cominciare dal “LFW Schedule” che consisterà nella presentazione delle sfilate, ci sarà poi la sezione “Explore”, dedicata ad un’interessante conversazione tra il caporedattore del British Vogue Edward Enninful e Sadiq Khan, il sindaco di Londra, a proposito del razzismo sistemico. Da sottolineare anche il panel tra la BFC e Google Panel Discussion a proposito della sostenibilità e dell’importanza della collaborazione tra brand. La terza sezione sarà interamente dedicata ai designer con la “Designer Diaries”.

Protagonisti della Settimana della Moda anche i grandi marchi della distribuzione; The Webster proietterà un film in 3D in collaborazione con la designer Natasha Zinko, mentre John Lewis organizzerà una “catwalk challenge”. Inoltre, potremo assistere alla conversazione tra il brand Drake’s London e Bruce Pask, uno dei buyer maschili più influenti degli Stati Uniti. 

Si prospetta una London Fashion Week sicuramente diversa dal solito, ma molto ricca e stimolante. Se una cosa è certa è che la creatività può sopravvivere anche ai tempi più scoraggianti. 

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

 

"more than a fashion magazine"

 

 

LATEST S.R.L.S. | P.IVA - CF 15126391000 | REA Roma RM-1569553

Emilio Praga 35 street, 00137 Rome, Italy | +39 351 8463006

 

Scroll To Top